Anoressia: Una Su 4 Arriva Tardi Alle Cure, 5% Perde La Vita

anoressia.jpg

Una giovane paziente su quattro con gravi disturbi del comportamento alimentare, come anoressia o bulimia, arriva a cure efficaci in condizione di gravissimo rischio di vita a oltre tre anni dall’inizio della malattia. La denuncia oggi a Milano in occasione delle ’20/e Giornate di Nutrizione Clinica 2010′ promosse dall’Ospedale milanese di Niguarda.

Maria Gabriella Gentile, direttore del Centro milanese, uno dei piu’ importanti d’Italia (con il 20-25% dei casi gravi provenienti da fuori regione) commentando i dati relativi a piu’ di 500 pazienti ricoverati, lancia un appello ai medici di base e alle famiglie, affinche’ portino maggiore attenzione ai disturbi del comportamento alimentare degli adolescenti.

Anoressia: Una Su 4 Arriva Tardi Alle Cure, 5% Perde La Vitaultima modifica: 2010-10-04T10:32:10+00:00da doc1a
Reposta per primo quest’articolo

2 pensieri su “Anoressia: Una Su 4 Arriva Tardi Alle Cure, 5% Perde La Vita

  1. Una persona che soffre di Anoressia non verrà MAI di sua spontanea volontà in un centro, quindi non vedo dove sia la novità in quest’articolo. La colpa è ormai di tutte quelle riviste, di tutte quella pubblicità che fanno vedere da qualsiasi parte ” ragazze in ossa ” poi è normale che le ragazzine le prendano come esempio 🙂 Poi ovviamente ci sono casi diversi, ma il tasso dell’anoressia è aumentato soprattutto per questo motivo 🙂

Lascia un commento