Orticaria

La pelle si è coperta improvvisamente di macchie rossastre, rilevate, elastiche e molto pruriginose. Quando sembravano attenuarsi, altre ne sono riapparse, insieme ad un prurito insopportabile. E’ un giovane paziente tutto rosso e spaventato, tradito da un piatto di frutti di mare….L’orticaria è una patologia cutanea molto frequente: il 15-30% delle persone ne soffre almeno una volta nella vita. Dura pochi giorni, può guarire spontaneamente e solitamente è del tutto benigna.

Moltissime le cause che possono scatenarla: alimenti, farmaci, veleni animali, sostanze vegetali, microrganismi infettivi. Attraverso diversi meccanismi, immunologici e non, questi fattori determinano la liberazione di sostanze vasoattive (istamina, bradichinine) e aumento della permeabilità vascolare cutanea, causando una marcata reazione infiammatoria, che si manifesta con i caratteristici pomfi. Se il fenomeno si estende ai tessuti sottocutanei e alle mucose interne (soprattutto del cavo orale), si verifica il quadro dell’angioedema (tumefazione delle labbra, delle palpebre, ecc. ), che può, in rari casi, provocare una gravissima ostruzione delle vie respiratorie.

Quando compare l’orticaria, gli alimenti sono i principali “indiziati”: in particolare latte, formaggi, pesce conservato, crostacei, legumi, cereali, nocciole, noci, frutta, che causano, in genere, una vera e propria reazione allergica. L’azione degli anticorpi contro gli antigeni degli alimenti ingeriti provoca la liberazione di istamina e scatena la risposta infiammatoria cutanea.

Alcuni alimenti (fragole, cioccolato, ecc.), però, sono ricchi di istamina e possono causare direttamente l’eruzione dei pomfi, senza che intervenga un meccanismo immunologico. Anche i farmaci causano frequentemente orticaria, in particolare l’aspirina (acido acetilsalicilico) e altri farmaci antinfiammatori non steroidei. Alcune piante (ortiche) e animali (meduse, millepiedi, ecc) contengono sostanze irritanti che provocano orticaria per semplice contatto con la pelle. Il veleno di vespe, zanzare, pulci può scatenare reazioni anche molto gravi e generalizzate (shock anafilattico).

 L’orticaria acuta si accompagna anche a molte malattie infettive (epatiti virali B o C, mononucleosi). A volte l’orticaria può persistere per molti mesi. I pomfi compaiono a più riprese e non rispondono alle normali terapie sintomatiche. Disagio psichico e stress sembrano giocare un ruolo importante, in queste forme, così come le alterazioni del sistema immunitario (tiroiditi croniche, lupus, ecc.), ma, nonostante continue e spesso frustranti indagini, le cause rimangono sconosciute in più del 70% dei casi.

Non e’ raro, però, che, dopo molto tempo, le orticarie croniche regrediscano spontaneamente senza alcuna terapia. In un certo numero di casi, invece, l’orticaria cronica è dovuta a cause fisiche. Si tratta di condizioni molto particolari, nelle quali le eruzioni cutanee compaiono dopo un intenso esercizio fisico, o in seguito all’esposizione alla luce solare o a basse temperature, e perfino per il contatto con l’acqua, o per rialzo della temperatura corporea. Nei pazienti affetti da queste forme, spesso è possibile provocare la comparsa di pomfi, con il semplice sfregamento della cute

Orticariaultima modifica: 2009-03-22T14:52:44+00:00da doc1a
Reposta per primo quest’articolo

10 pensieri su “Orticaria

  1. L’orticaria è una bestia difficile da debellare. Ci combatto da oltre due anni senza esiti positivi. Il cortisone medrol preso per 14 mesi con l’antistaminico telfast non hanno sortito effetto e dopo due soli mesi di calma apparente l’orticaria è riapparsa. Inutili i prick test, il siero autologo.
    Nel mio caso ho solo una tiroidite che sembra sia staccata dall’orticaria e nessun altro indizio. Per ora utilizzo un antistaminico il tinset di vecchia generazione ma che funziona un pò meglio su di me del pafinur ma nulla di più, il tutto rimane coperto da punti interrogativi e nessuna soluzione.

  2. sono 20 giorni che ho prurito sulla gamba dx ed ora addosso ai genitali, a volte anche nei polsi, le ginocchia ,sotto le guance.Premetto che sono allergico all’ulivo,paretaria,graminacee,betulla.La prima volta che si e’manifestato il prurito e’ avvenuto 10 anni fa’,attualmente ogni sera prima di coricarmi prendo 1 compressa di Telfast 120.GRAZIE

  3. Quattro mesi fa, in concomitanza con il terremoto dell’Aquila, finivo al P.S. causa intossicazione da antidolorifici (OKI e TACHIDOL) con manifestazione di macchie rosse cutanee pruriginose conseguenti; dopo una flebo di Trimeton e una cura per bocca di Trimeton e Bentelan a scalare, in una settimana la situazione tornò alla normalità! In questi giorni, dopo una lunga sosta nei boschi, mi sono trovato nuovamente con ponfi su braccia torace cosce; di nuovo al P.S. a fare un’iniezione di Cortisone (Urbason 40… la dose  più bassa NON risolve il problema…) e stamane – siamo a tre – ancora gli stessi ponfi diffusi con il labbro inferiore gonfio ed edematoso (come se colpito da una scottatura; impossibile bere il caffè caldo senza soffrirne…). Domanda: può la puntura di qualche insetto scatenare una forma così virulenta di allergia? Dovrò, in futuro, proprio stare lontano dai boschi? Sempre che la causa sia questa e NON allergia a un alimento…

  4. Circa il commento di Ted vorrei apportare anche la mia esperienza.
    Ho oramai costatato da oltre 5 anni che ogni volta che entro nei boschi 24 ore dopo mi compaiono ponfi sulle gambe tipo orticaria di un prurito insopportabile.
    Voglio premettere che sono un appassionato raccoglitore di funghi, quindi il periodo dell’anno al quale faccio riferimento è l’autunno.
    Entro nei boschi sembre ben coperto quindi escluderei qualsiasi cosa che procuri l’orticaria da contatto, ed escluderei anche l’eventuale associazione all’assunzione di funghi in quanto ho riscontrato il problema anche per semplici passeggiate nei boschi.
    La domanda è questa: Possibile che anche per semplice inalazione dell’allergene si possa scatenare un’ orticaria diffusa ?
    stefano

  5. salve….è da oltre 1 mese che ho avuto il piacere di conoscere il fastidio dell’orticaria..ankora non sono andata dal dottore perchè devo aspettare la visita tra una ventina di giorni. però è insopportabile il prurito che ho anche in testa, sull’orecchie che mi gonfiano non ne posso piu’…..non so che fare perchè devo smettere de prendere il formistin per dieci giorni, a volte non riesco a stare per due giorni senza prendere..per fare la visita dal allergologo…..grazie di avermi ascoltato

  6. La butto lì aspettando eventualmente una risposta da ki è più competente di me: tutte queste forme non potrebbero avere un’origine “in senso lato” NERVOSA, cioè dovute a stress? O non se ne parla x nulla???… Grazie Ted

  7. buon giorno a tutti, ho l’orticaria da quasi 4 mesi..di giorno in giorno va sempre peggio..sono stata bene solo una settimana , cioe’ quando prendevo il deltacortene e l’antistaminico ..poi la situazione e’ peggiorata…ho dei ponfi enormi , esteticamente orribili, perche’ si manifestano anche in viso , mi si gonfia tutto, le palpebre, la fronte, le guance , per non parlare del corpo…siamo in estate e la gente osserva, fa domande , ha paura ed io mi trovo in grosse difficolta’…sto prendendo da circa 2 setitmane lo zirtec…ma da circa 5 giorni , il prurito e’ peggiorato…ho fatto i test alimentari con il prelievo del sangue , perche’ i ponfi presenti , non avrebbero fatto capire a cosa sarei stata allergica , ma il test e’ uscito buono …soffro di tiroidite di hashimoto ,ma l’endocrinologo mi ha detto che non c’entra nulla con l’orticaria….sapreste darmi un consiglio ?
    grazie ida

  8. Salve,
    articolo molto interessante. Da allergologo però avrei posto un maggiore accento sulla differenziazione tra orticarie acute ed orticarie croniche, con queste ultime che durano per definizione più di 6 settimane. Anche la strategia di diagnosi e terapia dell’orticaria varia molto in funzione di questo fattore.
    Filippo Fassio

  9. salve sono alessandro ho 29 anni e da quando sono bambino che condivido la mia vita con lorticaria e una cosa invivibile.ho fatto mille test ma nulla diete ecc..ma senza nessuna soluzione ho fatto tante prove allergiche ma niente i medici nn riescono a capire la causa.i test che ho fatto risultano tutti negativi..mi danno anche fastidio gli anti stamini e lunica cosa con cui riesco a controlarla e il cortisone…ormai ho perso le speranze visto che o girato tanti medici senza nesun risultato….se qualcuno puo darmi un consiglio lo accetto volentieri…grazie

Lascia un commento